Top Menu
La Triennale di Milano

Inaugura il Triennale Design Museum di Milano: nasce un museo dinamico, capace di rinnovarsi e di offrirsi sempre con visioni rinnovate. L’ordinamento scientifico sposa l’approccio emozionale per proporre al visitatore un’esperienza coinvolgente e tale da innescare il desiderio di ripeterla altre volte.

A caratterizzare il progetto architettonico, di sistemazione e adeguamento di Michele De Lucchi è l’ingresso attraverso un ponte che permette al museo di essere al contempo all’interno della Triennale e corpo autonomo e visibile nella sua funzione. E’ proprio questo dualismo, sviluppato insieme al concetto di unicità, a rendere il Triennale Design Museum di Milano un luogo particolare. Da una parte, infatti, si sviluppa in un’ampia ricerca scientifica che racconta e rappresenta la storia del design italiano attraverso diverse chiavi di lettura, storie, prospettive, approcci e che affronta per la prima edizione del museo il tema “Che cos’è il design italiano?”, da un’idea di Italo Rota (Museum Eshibition Designer) con Silvana Annicchiarico e Andrea Branzi.

Dall’altra il museo propone uno spazio dove alcuni aspetti del tema avranno un approfondimento affidato di volta in volta a differenti curatori. I focus già individuati sono: dall’aprile 2009 “La legione straniera”; “L’Editoria del design”; “I Materiali autarchici”; “Le gallerie d’arte e di design”. La storia del Design Italiano sarà poi presentata non solo attraverso un paesaggio domestico di oggetti, ma anche attraverso un contributo filmico-architettonico di Peter Greenaway (Ouverture. Fiato alle trombe! 2000 anni di creatività italiana) e di registi italiani che interpreteranno le ossessioni del design Italiano. Al percorso si aggiunge un Teatro Agorà, uno spazio interamente realizzato in legno dove si svolgono dibattiti, convegni, presentazioni, eventi e performance artistiche.

Triennale Design Museum si distingue anche per la presenza di un Laboratorio di Restauro. Un centro dedicato alla “memoria della modernità”, ma anche alla sperimentazione di nuove tecnologie, con l’ambizione di diventare un punto di riferimento internazionale per la complessa questione del recupero e della conservazione degli oggetti e dei materiali contemporanei. A dirigere il Triennale Design Museum è stata chiamata Silvana Annicchiarico che da 9 anni è il Conservatore della Collezione Permanente del Design Italiano della Triennale di Milano e che da 6 anni è responsabile del Settore Design della Triennale.

Tratto da Jugo

About The Author

Close