Top Menu
L'Odore della Guerra a Rovereto

Dal 7 al 22 aprile in giro per Rovereto sarà possibile ammirare la personale fotografica di Fabio Bucciarelli, una mostra organizzata dall’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo – Associazione geografica 46° Parallelo, dall’Associazione ZonaF, in collaborazione con Comune di Rovereto, Arci del Trentino, Fondazione Museo storico del Trentino, Cgil del Trentino, Forum trentino per la pace e i diritti umani, con il contributo dell’Associazione artigiani del Trentino.

Fabio Bucciarelli, fotoreporter di Torino, ha documentato interamente la guerra in Libia, dall’inizio delle ostilità fino alla morte di Muammar Gheddafi. Il fotoreporter è stato l’unico a fotografare il cadavere del leader libico nella casa di un ribelle a Misurata, uno scatto che gli è valso il prestigioso Professional Photographer of the Year 2011 nella categoria Editorial News.

“L’odore della guerra. La guerra vicina, la guerra lontana” racconta in 33 fotografie in bianco e nero gli otto mesi che hanno cambiato la storia della Libia. Immagini che ci trascinano nei combattimenti, tra i ribelli, a tu per tu con la sofferenza dei civili e la violazione dei diritti umani.

Le fotografie, posizionate su pannelli di 100×150 centrimetri, sono dislocate nelle vie di Rovereto. Come scrive Bucciarelli sul suo sito si tratta di

un’esposizione inusuale: le foto vanno incontro allo spettatore che non è obbligato ad andare in una galleria o in un museo per vederle.

La mostra è visitabile tutti i giorni dal 7 al 22 aprile, successivamente si sposterà a Trento, presso le Gallerie di Piedicastello, dal 24 aprile al 10 maggio.

Fabio Bucciarelli, insieme a Stefano Citati, nel 2012 ha realizzato anche un libro con lo stesso titolo della mostra: “L’odore della guerra. Inviati al fronte”.

About The Author

Close